Freshen Up

Rinfrescare

Come un marchio di sapone su misura sta cambiando il modo in cui acquistiamo i prodotti di prima necessità, sia per la casa, come in un bar, e come in quasiasi situaizone richieda una soluzione riferscante e disinfettante. 

ITH A REBRAND:  L’azienda di sapone artigianale Buff City (Dallas) sapeva che il modo migliore per avereo successo era fare perno sia nello stile ma non nella sostanza.

Collaborando con CallisonRTKL (Baltimora) al culmine della pandemia di Covid, il team ha ideato un nuovissimo prototipo di design per la vendita al dettaglio scalabile e personalizzabile per diverse località.

Il nuovo negozio a Dallas, in Texas, è “divertente, giocoso e interattivo”, afferma Randi Lawrence di CallisonRTKL, Senior Associate Designer del progetto.

“I clienti target sono tutti, dal bambino di 10 anni che vuole una fragranza da bagno, ed al cinquantenne che cerca un detersivo per bucato dall’odore gradevole.

Abbiamo portato il design in una direzione stravagante, terminando con il teatro della creazione in negozio, ed è stato un atto d’Amore».

Ci sono due zone distinte all’interno del negozio: vendita al dettaglio,  ed vendita Esperienziale.

È quest’ultimo che Lawrence chiama le caratteristiche distintive del negozio. 

“Davanti c’è una fabbrica di sapone, circondata da sgabelli da bar, i clienti possono soffermarsi qui per consulenze su allergie cutanee o preferenze olfattive, quindi guardare mentre il loro sapone personalizzato viene prodotto davanti ai loro occhi”, spiega Lawrence.

“Volevamo creare un senso di trasparenza e fiducia tra brand e cliente, così abbiamo creato una cucina aperta – disordinata e imperfetta – ispirata a una Panetteria.

I saponi sono fatti qui e curati su griglie da forno, la cornice che circonda la cucina è nel colore del brand Tokyo green, che risalta in altri momenti esperienziali.

È un marchio di fabbrica del marchio e un’architettura itinerante”.

Altrove nel negozio c’è un lavandino campione dove i clienti possono provare i detersivi per il bucato, così come il display “Scents on Tap”, progettato per attirare il cliente “ossessionato dal profumo”.

 “È una serie di tubi verticali, come i rubinetti della birra, che evidenziano i profili olfattivi dei prodotti più venduti che i clienti possono testare”, afferma Lawrence. “Abbiamo incluso questi momenti per potenziare il percorso del cliente”.